Quella sottile linea verde che collega GRAvel lAND al Parco del Ticino e all'Europa

La Valle del Ticino come Case Study del Progetto Europeo “Interreg Spazio Alpino” L.U.I.G.I. (acronimo di Linking Urban and Inner-Alpine Green Infrastructure), coordinato da Città Metropolitana di Milano e che riunisce 14 partner da 6 paesi alpini con l’obiettivo di lavorare per individuare soluzioni orientate al futuro per tutelare ed accrescere il potenziale dei corridoi verdi che collegano le aree rurali montane con le aree metropolitane dello spazio alpino, valorizzando le Infrastrutture Verdi e i servizi Ecosistemici presenti.


È stato l’argomento dell’incontro che si è tenuto il 30 novembre tra CMM, capofila del progetto, e Parco Ticino, a cui eravamo presenti anche noi di GRAvel lAND, chiamati a discutere in qualità di attori del territorio, le potenzialità e le criticità di quello che con i suoi 750km di sentieri e piste ciclabili, 47 comuni, 3 province e 2 regioni, rappresenta uno dei maggiori corridoi verdi d’Europa.


Educazione Ambientale, Turismo di Prossimità e Collaborazione tra enti e realtà territoriali sono stati i principali temi di confronto a cui abbiamo dato il nostro contributo attraverso l’esperienza di GRAvel lAND, come già avevamo fatto in occasione del XV Workshop di Educazione Ambientale delle Aree Protette promosso da Parco e Regione Lombardia.


Il nostro progetto nasce infatti con l’obiettivo di far conoscere il territorio naturale del Parco del Ticino Valle Lombarda e Lago Maggiore e promuovere attraverso il ciclismo in particolare gravel, una fruizione dinamica e consapevole di questo immenso patrimonio, perché siamo convinti che la conoscenza sia alla base del rispetto e che la sostenibilità non debba essere solo un tema alla moda ma un impegno e un atto di responsabilità.


Cosa fa in concreto GRAvel lAND per tutelare e salvaguardare l’ambiente? Semplicemente, fa pedalare le persone e le porta a scoprire il territorio e a condividere le proprie esperienze. In questo modo vogliamo promuovere ed incentivare attitudini e abitudini che uniscono e connettono sempre di più una community di ciclisti e cittadini consapevoli.


Per questo motivo le collaborazioni con il Parco del Ticino, le Istituzioni e i Comuni del Territorio ma anche con le altre Associazioni e realtà locali, sono una risorsa fondamentale e un Link, una relazione, che continueremo a sviluppare con i nostri prossimi progetti.


Per ora abbiamo solo tracciato una nostra linea molto green verso soluzioni originali ma facilmente realizzabili per il futuro del nostro pianeta.


Il Team di GRAvel lAND